top of page

MARIANNA, L'ANGELO DEL FOCOLARE

Progetto: SOTTO LA CITTÀ - 1915

Tipologia: CORTOMETRAGGIO

Regia di DOMENICO TIBURZI

Prodotto da MILO FILM

Anno 2020

a cena con Lino Guanciale in un frame del film

Ed ecco il progetto che mi ha permesso di vincere il premio come BEST ACTRESS al Festival Cinema e Ambiente di Avezzano 2023, patria del cortometraggio, che si interessa soprattutto dei temi legati alla natura e al territorio. Qualche foto della premiazione, e poi vi racconto come è andata! :)

Quando il progetto tratta una tematica così importante e il protagonosta del film è Lino Guanciale... non c'è niente che io non possa non fare. Nemmeno imparare un dialetto che non ho mai nemmeno sentito.

Il regista Domenico Tiburzi mi aveva intercettata su Facebook e mi aveva proposto il progetto perche:

"Nella mia testa Marianna ha proprio il tuo volto."

Ma sorgeva un problema: la mia cadenza era dichiaratamente del nord, e bisognava convincerlo che avrei potuto interpretare benissimo anche una donna vissuta nella piena campagna avezzanese nel 1915..

Chi mi conosce lo sa: le sfide sono i più begli appuntamenti che posso desiderare.

Ed eccomi una domenica pomeriggio a studiare un testo di Fontamara, per convincerlo che sono una persona che cci lla pó fà, e che si merita la parte non solo per la faccia:

Convinto il regista che con tanto studio avrei potuto far credere agli avezzanesi di essere loro compaesana (cosa realmente successa poi sul set!) nei mesi precedenti il film Domenico mi ha fatto compagnia in svariate prove di lettura e lezioni di dialetto avezzanese stretto, fino al giorno delle riprese.

Era febbraio 2020 e faceva freddissimo, proprio come quella notte del 1915 quando il terremoto ha sotterrato la città di Avezzano in pochi secondi di scosse.

L'ambiente era scaldato da uno scoppiettante camino, che illuminava "casa nostra" di tinte calde e aranciate, e anche dalla simpatia e gentilezza di Lino Guanciale, che si è presentato alla sala trucco con pasticcini ed un enorme sorriso.

Il giorno di set è stato intenso e romantico, non solo per la scena condivisa con Lino, marito affettuoso ed innamorato, ma per la passione e l'amore ricoperto da ogni professionista sulla troupe, dal d.o.p Roberto Ostuni, all'aiuto regia Roberto Perugini, a tutti i tecnici... stavamo facendo qualcosa di unico e raro, tutti lo sapevamo, e ne eravamo consapevolmente grati.

Le produttrici della Milo Film, Valeria Tuzii e Federica Di Marco hanno saputo gestire tutto con estrema professionalità ed energia. Anche il terzo protagonista del film, Andrea Venditti, ha regalato un'ottima performance, così come le musiche di Maurizio Di Berardino creano un'atmosfera di sostanza.

Tutti hanno contribuito a portare il film ad un altissimo livello di qualità, che ha permesso al cortometraggio (anche se in ritardo di un paio di anni avendo il Covid-19 scombussolato un po' i piani!) di farsi un bel giretto festivaliero e di vincere anche diversi premi. Oltre a ricordare uno spaccato di realtà storica dell'Abruzzo, il film è portatore di un enorme messaggio:


non dimenticare di amare prima che tutto sia perduto.


 

Speriamo di potervi postare presto un link per vedere questo capolavoro per intero (seguitemi sui social per le nuove date dei festival!) intanto gustatevi il trailer:



"Le emozioni sono tutto ciò che abbiamo

e il loro ricordo è tutto ciò che ci rimane"

148 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page